Come scegliere il materasso giusto

| |

La scelta del materasso può essere particolarmente ardua se non si tengono bene a mente alcune cose essenziali. Il materasso è un elemento fondamentale per riposare al meglio e ciò alle volte viene sottovalutato. Si tratta forse dell’oggetto che più riesce a determinare il nostro sonno e quindi influisce in modo molto significativo anche sulla nostra salute.

I problemi derivanti dal sonno mancante o da un sonno di qualità non eccellente possono essere anche molto seri. Parliamo di problemi cardiaci, persino, o depressivi. Insomma, se la scelta viene effettuata in maniera superficiale o poco oculata si può andare incontro a brutte sorprese. Ma vediamo nel dettaglio.

Dove acquistare il materasso

In primo luogo è essenziale affidarsi a dei siti di rivenditori affidabili. Questo perché la qualità dei prodotti assicurati deve essere elevata e ben dimostrata. Ormai esistono tante piattaforme e siti che garantiscono l’acquisto di materassi di qualità eccelsa, con tutti i vantaggi di acquistare un prodotto direttamente in rete e ritrovarselo a casa in pochi giorni.

Scelta soggettiva

Detto questo, è essenziale comprendere anche che la scelta del materasso dovrà essere per forza di cose soggettiva e quindi ricollegata alle nostre esigenze. Per esempio, le persone che dormono in posizione supina dovrebbero scegliere un materasso rigido, che sostenga la colonna vertebrale al meglio; chi invece dorme sul fianco dovrà optare per un materasso meno rigido, che consenta di affondare per essere più comodi.

Come facile intuire, anche il peso corporeo può influire sulla scelta. Una persona che ha un peso importante avrà bisogno di un materasso di un certo spessore e sicuramente più rigido. Una persona di corporatura esile, invece, opterà per un materasso flessibile, che possa meglio aderire al suo corpo.

Scelta delle piazze

Avrete sicuramente sentito almeno una volta che il materasso può essere scelto in base alle “piazze”. Si tratta non altro che delle dimensioni. Generalmente, le misure sono differenti anche in base al Paese che opta per una determinata misura standard anziché un’altra. Per esempio, in Italia si parla di:

  • materasso singolo (ad una piazza) – il quale è pensato per una sola persona (generalmente parliamo di 80-90 cm di larghezza per 190-200 cm di lunghezza);
  • materasso matrimoniale (a due piazze) – Per due persone, con una larghezza di 160-170 cm e una lunghezza di 190-200 cm;
  • materasso ad una piazza e mezza – Che è studiato per una persona, ma ha misure più grande di quello singolo (parliamo di 120 cm in larghezza e circa 190 cm di lunghezza);
  • materasso alla francese – un modello che si sta diffondendo e che è più largo di quello ad una piazza e mezzo. In alcuni casi può ospitare anche due persone.

Importanza della rigidità

Nella scelta di un materasso non si può trascurare, poi, la questione legata alla rigidità. Parliamo di una caratteristica essenziale per un materasso: questo dovrebbe essere ergonomico, ciò adattarsi perfettamente alla curvatura della nostra colonna vertebrale. Questo perché non dovrebbero essere create tensioni che poi possano influire sul sonno.

Come già spiegato prima, si tratta di una scelta soggettiva, ma che necessita di trovare un equilibrio tra la morbidità e la rigidità. Un materasso troppo rigido non è utile alla circolazione corporea e uno troppo morbido può non essere funzionale al nostro sonno.

Comunque sia, il discorso essendo molto soggettivo dovrebbe essere preso in considerazione con particolare attenzione. La stessa posizione in cui solitamente riposiamo può essere determinante per la scelta, come già anticipato. Se in passato si pensava che il materasso dovesse essere per forza di cose rigido, ora non è così.

Il rivestimento

Arriviamo poi al capitolo rivestimento. In questo caso parliamo di un tessuto che dovrà entrare in contatto diretto con il nostro corpo, con la nostra pelle e quindi dovrà essere particolarmente traspirante e di qualità. Generalmente, il cotone è uno di quei materiali che meglio svolge questo ruolo così importante: è traspirante, anallergico e igienicamente molto valido. Si consiglia un rivestimento sempre lavabile e sfoderabile facilmente. I tessuti moderni consentono di assicurare un livello di traspirazione altissimo. Addirittura, alcuni sono dotati di fibre di rame per combattere lo stress.

Modelli differenti

A prescindere dai discorsi fatti finora, bisogna anche considerare che i modelli di materassi possono essere particolarmente differenti. Ad esempio, alcuni sono a molle: in particolare, quelli più moderni sono a molle insacchettate. In questo caso sono rivestite e separate: ciò garantisce un’adattabilità perfetta al nostro corpo. Può influire anche sul discorso della rigidità fatto in precedenza.

Molto noti, oggi come oggi, i materassi in memory foam. Si tratta di un materiale particolare che è anallergico, anti acari e si adatta in maniera perfetta alla forma del corpo. Un materasso che aiuta le persone a riposare al meglio e che si addice perfettamente alle persone che dormono in maniera agitata, poiché si adegua ad ogni tipo di movimento e forma.

Precedente

10 cose da vedere e fare a Messina

Lascia un commento